L'Aula in ferie fino al 12 settembre: gli onorevoli vanno in pellegrinaggio

Inizieranno domani le vacanze dei deputati, le commissioni riprenderanno a lavorare il 5 settembre, ma i lavori della Camera ripartiranno solo il 12. Il motivo? Cento onorevoli devoti andranno in pellegrinaggio in Terra Santa

Roma - Inizieranno domani, salvo imprevisti, le vacanze dei deputati, subito dopo il dibattito sull’informativa del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, previsto alle 15 in Aula alla Camera. I lavori di Montecitorio riprenderanno poi il 5 settembre, con le sedute delle Commissioni. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo, che questa mattina ha fissato il calendario di settembre. L’Aula della Camera riprenderà le sue sedute la settimana successiva, il 12 settembre. Il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, ha spegato che la decisione è stata frutto di una "valutazione seria", dal momento che la prima settimana di settembre "circa un centinaio di parlamentari", come tradizione, "fanno un pellegrinaggio. Per rispetto verso di loro abbiamo dunque ritenuto - ha spiegato Cicchitto - di iniziare le sedute dell’Aula la settimana successiva". 170 tra deputati e senatori, infatti, andranno in Terra Santa dal 3 al 9 settembre. È dal 2004 che i parlamentari cattolici vanno in pellegrinaggio, un viaggio organizzato anche quest'anno dal vicepresidente della Camera Maurizio Lupi.