Il Laura film festival illumina i tunnel ferroviari

Il «Laura Film Festival», giunto alla sua 8ª edizione, è partito a Levento e Bonassola e si fa quest'anno promotore di un più ampio progetto artistico e culturale, dedicato non solo al cinema d'autore, ma anche all'arte, all'architettura, al design e alla fotografia. L'occasione è stata offerta dalla ristrutturazione e riapertura dell'antico tracciato ferroviario in disuso, costruito a picco sul mare 150 anni fa (1860-74), in concomitanza con la proclamazione dell'Unità d'Italia. Il progetto di una ferrovia ligure che unisse Ventimiglia con Massa fu decisa con apposita Reale Legge del 27 ottobre 1860, ma la sua realizzazione, a causa dell'impervia costa ligure, si rivelò tra le più difficili e costose. Così alle tradizionali sale di proiezione, dislocate quest'anno sia a Levanto sia a Bonassola, si aggiungono i suggestivi tunnel ferroviari dismessi e restaurati, che collegano le due cittadine in uno dei siti naturalistici più belli d'Italia. Il «Laura Film Festival» costituisce dunque il collaudo di questo ambizioso progetto, denominato Tunnel Gallery e nato da un'idea e dall'iniziativa di Amedeo Fago, architetto di formazione, autore di teatro, filmaker, scenografo nonché direttore artistico dell'Associazione Laura Morandini. Vanno segnalate la Rassegna italiana (Cinema Sport di Levanto dal 27 al 31 luglio), dedicata al cinema indipendente di qualità, il cinema di frontiera (cinema Nuovo Roma di Levanto dal 27 al 31 luglio) e l’omaggio a Marco Ferreri e Annie Girardot:nell’anno della scomparsa diAnnie Girardot si è voluta ricordare, per la sezione «omaggio ad un maestro», la geniale collaborazione tra Marco Ferreri e la grande attrice francese. A chiusura della rassegna un bel documentario di Fiorella Infascelli. Info e programma su www.laurafilmfestival.com