Laureato in ginnastica a capodell'Istituto di VulcanologiaSul web impazza la polemica

A Massimo Ghilardi viene contestata la mancanza di specifiche conoscenze. Ma il Cda dell'Ingv replica: scelto per efficacia e incisività

Il nuovo direttore generale dell'Ingv, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è Massimo Ghilardi, dirigente del Miur. La notizia arriva in giornata e scatena le polemiche sul web per una presunta inadeguatezza al ruolo che gli viene dato.

La protesta parte dai dirigenti dell'Anpri (Associazione Nazionale Professionale per la Ricerca), che contestano a Ghilardi il fatto di essersi laureato in Scienze Motorie all'Isef dell'Università Cattolica, poi in Sociologia Politica e delle Istituzione a Urbino. La pecca di Ghilardi, come scrivo Quintilio Taccetti, responsabile Anpri per Ingv, sarebbe dunque quella di non essere preparato al ruolo.

Taccetti non si limita a contestare la nomina, ma insinua anche il dubbio che Ghilardi sia finito a lavorare al Miur soltanto perché conterraneo dell'ex ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini, particolare che viene ripreso rapidamente da molti siti e blog. E Taccetti conclude la sua accusa con un ironico "Il Cda dell'Ingv, pur non all'unanimità, ha evidentemente trovato interessante tale curriculum, forse perché porterà all'Ente nuove competenze finora mancanti".

Su Twitter, che fa da megafono alla notizia, si rincorrono i commenti. E la facile ironia è spesso sempre la stessa. La laurea in Scienze Motorie servirà a Ghilardi in caso di terremoto: per scappare più in fretta. Ma nessuno si sofferma a pensare se il nuovo direttore dell'Ingv potrebbe invece essere adatto al ruolo che gli viene affidato.

La decisione, spiegano i vertici dell'Istituto di Vulcanologia, è venuta da una serie di valutazioni positive da parte del Miur, di altri enti e del Cda stesso. "Ghilardi - replicano alle accuse - si contraddistingue per l'efficacia e l'incisività" come dirigente degli Uffici II e III presso la Direzione Generale del Miur. In più il colloquio sostenuto da Ghilardi davanti ai componenti del Cda "è stato molto positivo". E tutti questi elementi, non altro, hanno portato a sceglierlo come direttore generale dell'Istituto.

Commenti

matrix2008

Ven, 15/06/2012 - 21:02

sarà stato raccomandato da qualche politico o massone !!

mauro1491

Ven, 15/06/2012 - 21:37

Laureato in ginnastica? E che ci azzecca con terremoti,faglie,magnitudo ecc ecc ecc?Ma sopratutto CHI LO HA RACCOMANDATO?Sembra strano,ma mi pare che sia come quella sparata di un ingegnere che pestando pietre calcaree per poi scioglierle(a suo dire in acqua)sottoponendole poi ad"onde di pressione"le rendeva radioattive e da li,sempre a suo dire,ricavava energia...Dire poi che un ministro dell'attuale governo lo voleva a Montecitorio è un'altra storia....Ad ogni modo chi ha,ripeto,raccomandato questo elemento si è preso una bella responsabilità.....Perchè non metterlo a progettare centrali nucleari in Cina?

cgf

Ven, 15/06/2012 - 21:35

no non credo che sia da collegare alla Gelmini, piuttosto ad altro. è laureato in tecniche motorie, forse qualcuno ha intravisto che occorre "darsi una mossa"? facciamo finta che sia così... ma LA fornero sapeva di questo "trasferimento"? immagino di si.

fedele50

Sab, 16/06/2012 - 08:23

ESATTOOOOOOOOOOO, faccio il giardiniere e poto piante, pero' vorrei fare i chirurgo plastico, motivo??parlo inglese, vinco sempre il tiro alla fune, conosco tutti nel quartiere , sono socievole, insomma sono dinamico e so organizzare una partita a briscola,ma bastaaaaaaaaaaaaaaaaaa, buffoniiiiiiiiiiiiiiii

piertrim

Sab, 16/06/2012 - 20:42

Non conosco le funzioni alle quali è stato destinato Ghilardi. Ma anche non conoscendolo desidero spezzare una lancia in suo favore. In Italia, chi non sia del ramo e laureato nella materia specifica, viene sempre sottovalutato da una marea di "so-tutto-io". Vorrei ricordare a chi non lo sapesse che i migliori generali nazisti, nominati per meriti sul campo durante la 2^ guerra mondiale, non avevano fatto né accademia né scuola di guerra e mi risulta anche che qualcuno non fosse nemmeno diplomato. Ma questo risulta del tutto incomprensibile ai nostrani "so-tutto-io" che intendono il loro titolo di studio come lasciapassare per le loro carriere fasulle.

Raoul Pontalti

Dom, 17/06/2012 - 12:00

I direttori generali delle aziende sanitarie non sono dei medici (ed è bene che non lo siano) ma dei laureati in discipline giuridico-economiche. Il neodirettore generale del'INGV è comunque in possesso di una laurea equipollente a quelle normalmente richieste per la dirigenza pubblica. Per fare il medico è necessaria e imprescindibile la laurea in medicina e chirurgia, per fare il manager no, esistendo diversi titoli intercambiabili. La laurea in scienze motorie potrebbe rappresentare un valore aggiunto: vista la situazione bisogna essere in grado di correre e muoversi bene per evitare di finire sotto le macerie quando crollano edifici e capannoni. Al di là delle battute: la nomina è ricaduta su persona capace? Bene. E' stato scelto solo un nome per occupare un posto nella logica posizionale di regime? Male, molto male. E' su questo che si deve "indagare", non sul colore dei capelli quando si fanno certe nomine.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 18/06/2012 - 14:10

Così scappa più svelto degli altri. Comunque sia, gli suggeriamo di NON stare seduto sui paracarri in zona sismica.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 18/06/2012 - 14:10

Così scappa più svelto degli altri. Comunque sia, gli suggeriamo di NON stare seduto sui paracarri in zona sismica.