Lav: "Rinunci alla pelliccia di ermellino"

Città del Vaticano - «Rinunciare ad indossare la pelliccia di ermellino». È l'appello che la Lega Antivivisezione (Lav) rivolge a Benedetto XVI, che il prossimo 22 aprile benedirà l'Università di Pavia, città dove hanno sede importanti atelier di pellicciai. «Nel rispetto della sacralità della vita di ogni specie vivente, invitiamo il Santo Padre - è l'invito contenuto in una nota - a compiere una scelta di alto valore religioso ed etico rinunciando in questa occasione, e per il futuro, a indossare capi realizzati in pelliccia». «Sarebbe - dichiara Roberto Bennati, vicepresidente della Lav - un lodevole esempio di carità cristiana, tanto più significativo in quanto compiuto dalla massima autorità ecclesiastica. Ricordiamo che Giovanni Paolo II, parlando del "soffio divino" presente anche negli animali e non soltanto nell'uomo, aveva ridato a queste creature valore e dignità».