Lavaggio strade ogni notte per provare a spazzare lo smog

Trentuno giorni con le polveri sottili off limits. Ancora quattro, e Milano avrà già esaurito quel bonus di trentacinque superamenti all’anno che l’Unione europea concede alle città. Mentre il Pm10 non dà respiro, neanche in area Ecopass (due giorni fa il Pm10 ha sfiorato quota 83 microgrammi al metro cubo), Comune e Amsa sono pronti a far partire l’ennesimo provvedimento antismog. Da marzo e per un mese testeranno ogni notte il lavaggio delle strade, la porzione scelta è quella di piazzale Loreto e dintorni - da via Leoncavallo a via Padova, Porpora, viale Brianza -, un’area di cinque chilometri quadrati dove le autobotti verseranno grandi quantità d’acqua e i tecnici dell’Agenzia per l’ambiente misureranno durante e dopo gli interventi i livelli delle polveri sottili con centraline mobili. Per verificare se il test funziona e decidere «se il gioco vale la candela», sintetizza l’assessore all’Ambiente Paolo Massari. Da lunedì prossimo si estende su altri 131 chilometri di vie invece la pulizia strade senza spostare l’auto. Un «omaggio» a 20mila famiglie.