Lavagna per due giorni città di verde e basilico

Ottanta espositori e oltre cinquantamila persone attese: da oggi, e fino a domenica, Lavagna si colora di verde con l'ottava edizione di «Pesto e dintorni». Una manifestazione di successo che oltre alla salsa ligure metterà in vetrina le eccellenze enogastronomiche regionali. La rassegna è organizzata da Unioncamere, dalla Regione Liguria, dal Comune di Lavagna, dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Genova.
Per le strade del centro cittadino un'esplosione di sapori e profumi. Il via ufficiale sarà dato questo pomeriggio, alle 15 in municipio, con un workshop dedicato al basilico, al pesto e all'olio extravergine, tutti rigorosamente liguri e dop. Alle 16.30 nell'Auditorium Campodonico verranno consegnati alcuni riconoscimenti a personaggi di spicco i cui nomi, però, rimangono top secret. Per chi il pesto ama farlo, e non solo assaggiarlo, sarà aperto in piazza Vittorio Veneto un laboratorio teorico e pratico che vedrà salire in cattedra la Confraternita del pesto, il Consorzio del pesto genovese e l'enogastronomo Virgilio Pronzati.
Sempre in piazza Vittorio Veneto, nella Sala Liguria, ci sarà ogni pomeriggio il banco d'assaggio: oggi, dalle 16.30, si potranno degustare piatti a base di basilico; domani e domenica saranno i vini delle quattro province liguri a farla da padrone. Nell'Auditorium Campodonico, ribattezzato per l'occasione «del pesto e degli chef», ecco i corsi di cucina: sabato con Franca Circella e Alessandro Dentone; domenica con Dario De Spirito e Gianpaolo Belloni, ambasciatore dello stoccafisso di Norvegia in Italia.
I commercianti del Consorzio centro storico hanno allestito vetrine a tema con piantine di basilico e ricette tipiche scritte su carta matta. Gastronomia, ma anche cultura: sotto il Porticato Brignardello spazio infatti a due mostre dedicate alla via Aurelia e all'industria turistica nel Tigullio tra arte e comunicazione pubblicitaria.