Una lavatrice al centro del paese Ma è una scultura

Cuneo Sorge accanto all’antico lavatoio, il monumento della lavatrice, inaugurato nel piccolo comune di Moiola (Cuneo). La scultura, un parallelepipedo altro tre metri, è stata realizzata dall’architetto torinese Gabriele Druetta e dall’oblò non escono i panni puliti ma una poesia scolpita nella pietra che ricorda il duro lavoro delle massaie che si recavano al lavatoio per pulire i panni con olio di gomito e cenere. «Quando mi è stato proposto di realizzare l’opera ero perplesso - spiega il giovane sindaco Flavio Girodengo -, poi mi hanno spiegato come questo elettrodomestico ha cambiato la vita alle donne, rendendole più libere. E ho pensato che renderle omaggio fosse doveroso».