Laverda, regina d’Italia delle mietitrebbie

Nunzia Pagani

Unica azienda italiana a produrre mietitrebbie, Laverda è nata nel 1873 dall’intuito di Pietro Laverda che in pochi anni ha trasformato una bottega artigiana in un’industria. Dagli anni ’30 ai vertici del settore, nel 1956 la Ditta Pietro Laverda mette sul mercato la prima mietitrebbia semovente italiana: la M60 che proietta l’impresa vicentina (la sede è a Breganze) verso i mercati mondiali. Quest’anno ricorre il 50° anniversario di questa macchina innovativa che dimostra il livello tecnologico raggiunto già in quel periodo dal gruppo. Esperienza che Laverda avrebbe poi profuso in modelli sempre più evoluti come per esempio, nel 1971, con la prima mietitrebbia autolivellante: la M 100 AL. É la progenitrice di una fortunata serie di mietitrebbie da collina, dotate di un esclusivo sistema di livellamento longitudinale e trasversale. Ed è proprio la serie M che ha posto Laverda tra le più importanti case produttrici di mietitrebbie a livello mondiale.
Il resto è storia recente. Nel giugno 2000 il gruppo industriale Argo (3.500 dipendenti distribuiti tra Italia, Francia, Inghilterra e Germania) rileva il marchio e gli impianti Laverda avviando il rilancio dell’azienda con nuovi prodotti. Il know-how acquisito nella storia del gruppo si è tradotto in macchine dalle grandi prestazioni e tecnologicamente all’avanguardia, tanto che in soli cinque anni Laverda è tornata sul mercato con le mietitrebbie della serie Lxe, la nuovissima Serie M (declinata sia per il riso sia nelle due versioni collinari Levelling System) e le nuove mietitrebbie Autolivellanti. Cui si sono aggiunte una nuova linea di presse per balle giganti, di rotopresse e di macchine da fienagione, le mietitrebbie della Serie Rev, un nuovo ed esclusivo modello della Serie M Levelling System, la M 304 LS 4wd Integrale, e ancora una nuova linea di mietitrebbie, la Serie Lcs.
Macchine costruite con l’ottica della qualità totale scelta da Laverda che segue un «Manuale della Qualità», sviluppato in conformità con la norma internazionale Uni En Iso 9001:2000. L’intero ciclo produttivo, infatti, è sottoposto a controlli costanti e ogni macchina, all’uscita dalla linea di montaggio, è testata in tutti i propri componenti nella cabina di collaudo. Severi controlli sono effettuati anche prima della spedizione. L’applicazione del metodo Kaizen ai processi produttivi in Laverda permette al gruppo di soddisfare le necessità di flessibilità e razionalizzazione di tutte le fasi produttive richieste dal mercato.
Grande importanza hanno tutti i servizi al cliente (dall’assistenza tecnica post-vendita al servizio ricambi) su cui Laverda ha sempre posto grande attenzione. Ma non solo, per aumentare la fiducia del cliente e fornire valore aggiunto al prodotto, Laverda investe importanti risorse nella formazione continua dei dipendenti. Gli altri marchi del gruppo Argo sono Landini, McCormick e Valpadana per i trattori cui si aggiungono Fella e Pegoraro per le macchine dedicate alla raccolta di cereali e foraggio e alla lavorazione del terreno.