Lavora senza timbrare il cartellino ma nessuno se ne rende conto

La denuncia arriva da un consigliere comunale di Sarzana che chiede conto al sindaco

È inutile, l’effetto Brunetta sta contagiando il Paese. Sul lavoro dei dipendenti pubblici si è sempre chiacchierato, ma da quando è arrivato l’attuale ministro dai discorsi da bar in molti sono passati ai fatti, alle denuncie. Senza paura di essere smentiti o visti come dei nemici dei lavoratori. Anche i politici che molto spesso non osavano denunciare situazioni incresciose per paura di perdere magari qualche potenziale elettore, ora vanno alla carica.
Un altro caso arriva dalla provincia della Spezia. A Sarzana il consigliere comunale Andrea Camaiora (Forza Italia), resosi conto delle inefficenze di una dipendete comunale, ha preso carta e penna e scritto una interrogazione al sindaco. Camaiora aveva raccolto una serie di proteste da parte degli utenti e dello stesso personale del Comune di Sarzana per disagi e ritardi riscontrati agli uffici Urbanistica e Lavori pubblici. Chiesto conto all’ufficio personale si è poi reso conto che una dipendente non solo non timbrava il cartellino ogni giorno, ma nel periodo in cui sono state fatte le verifiche era assente dall’ufficio, ma nello stesso tempo non risultava in ferie. Camaiora, si deve essere sentito seguace del ministro Brunetta e ha subito voluto chiedere spiegazioni sul comportamento poco adeguato dell’impiegata a cui è stato permesso per lungo tempo di non timbrare il cartellino e andare in ferie senza segnarsele, come fosse stata una dirigente.
Ma il consigliere azzurro chiede anche che gli assessori di competenza richiamino l’ufficio personale per la gestione ballerina della questione, visto che nessuno era mai intervenuto sul caso. «Si tratta di una situazione di palese gravità- commenta sconsolato il consigliere comunale- e ad una prima verifica si nota come la cosa stia andando avanti da diversi mesi. Mi chiedo quali provvedimenti si attendono assumere per porre rimedio a questa situazione». Piccoli Brunetta crescono.