Lavori in galleria sulla A7: per la Cdl «si rischia il caos»

Pare sia una galleria in discesa. E non si sta parlando dell'asfalto, ma del soffitto. La volta della galleria Monte Galletto sull'A7, all'altezza di Bolzaneto, nonostante i lavori che ormai l'hanno coinvolta negli ultimi sette anni, continua a scendere. E non poco: 3,5 metri negli ultimi anni. «Stiamo parlando di una galleria costruita da 50 anni» precisa l'assessore al Traffico Paolo Pissarello. Di fatto, ora la galleria rischia la chiusura. Una galleria determinante per la viabilità cittadina e autostradale: a luglio, per una chiusura improvvisa di un paio di ore, la sopraelevata, la città e l'autostrada si sono paralizzate. Negli ultimi anni, perfino di notte, quando la galleria è stata chiusa per lavori, sul lungo torrente Polcevera si è formata una carovana di vetture come in centro nel periodo prenatalizio.
Alla chiusura della Monte Galletto, in questi termini, il capogruppo di Forza Italia, Raffaella Della Bianca non ci sta. Vuole garanzie. «Aspettiamo per la chiusura, anche perché bloccare la città per almeno un mese si potrebbe fare solo se abbiamo la certezza che questi lavori siano risolutivi». E la certezza pare non esserci: «Ho parlato con tecnici e mi è stato riferito che non si è affatto sicuri che i lavori ci siano una volta per tutte» dichiara Della Bianca. Si unisce al coro anche l'ulivista Gianni Vassallo: «Il problema è serio, i pericoli di ingorghi innegabili, il Comune deve al più presto avere garanzie dalla società autostrade». Della Bianca chiede una seduta urgente della commissione competente. L'assessore Pissarello, invece rassicura: «I lavori degli ultimi sette anni erano a carico della società Autostrade e non avevano scopo risolutivo». Di più: «Ho esplicitamente dichiarato che siamo disposti a soffrire qualche giorno in più, purché il problema sia risolto». I problemi stando alle relazioni sono strutturali. I lavori dovrebbero iniziare a novembre. In questo Pissarello è chiaro: «Mi sono battuto per evitare che la prima perforazione fosse rinviata per far sì che non fosse concomitante ai giorni del Salone Nautico». È dunque scattato un piano di emergenza viabilità con la Provincia di Genova a coordinare i percorsi alternativi. «Recupereremo i percorsi di deflusso utilizzati nei giorni del G8, e li aggiorneremo» puntualizza Pissarello. Sarà deviato il traffico dei mezzi pesanti, si cercherà un accordo con Trenitalia per un servizio «navetta» Busalla-Sampierdarena-Principe, e accordi con le forze dell'ordine.
I ben informati fanno notare come proprio dietro la galleria ci sia una strada chiamata Acquamarsa: lì una falda acquifera c'è sempre stata.