Lavori stagionali, boom di contratti

Non controbilancerà l’esodo di questi giorni, ma almeno dà il segno di una città non ha senso unico in uscita. Quest’anno le assunzioni stagionali a Milano sono aumentate infatti del 44%. Sono state assunte quasi 8.400 persone con contratto a tempode terminato, circa 3mila in più rispetto al 2006. Il dato emerge da una ricerca della Camera di commercio. I settori dove è cresciuta maggiormente la domanda di lavoratori estivi sono quello alberghiero e della ristorazione (2.962 addetti in più). «Il lavoro stagionale - ha commentato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio - rappresenta una potenziale ricchezza per il territorio ed un importante strumento di flessibilità a disposizione delle imprese, che in questo modo possono affrontare preparate i picchi di attività come i saldi, e organizzarsi in periodi come quello estivo».