«Un lavoro a Telepace? Non è vero»

«Pietro Maso non arriverà a lavorare a Lodi e non lavorerà nemmeno per Telepace». A spiegarlo, dopo le insistenti voci che si erano sparse ieri circa il posto di lavoro del ragazzo uscito di prigione, ci ha pensato uno dei suoi avvocati, Roberto Braguti. Il legale ha detto che il giovane ha già un impiego, anche se per il momento preferisce non dire dove per motivi di privacy. Intanto, il direttore dell’emittente don Guido Todeschini si limita a un «no comment» alla notizia di un impiego di Maso nella redazione di Lodi. L’emittente che, grazie ai legami con il Centro Televisivo Vaticano, trasmette tutte le dirette del Papa.