Lazard corre con le fusioni

Il boom delle fusioni societarie spinge i conti di Lazard che chiude il primo semestre con ricavi operativi in crescita del 28% a 762 milioni di dollari (nel trimestre l’utile netto è quasi raddoppiato a 62 milioni). Bene sia le attività di consulenza finanziaria (più 31%) sia quelle di gestione di asset (più 15%). L’utile operativo è migliorato del 72% a 162,8 milioni, grazie all’utile straordinario di 5,3 milioni di dollari legato alla conclusione della joint venture che la banca d’affari aveva in Italia con Banca Intesa.