Il Lazio? Un «buen retiro» per star e statisti stranieri

Michael Douglas ha una casa nell’isola di Ponza, mentre Katleen Turner ha scelto Alatri

Turismo in forte espansione nel Lazio, diventata in pochi anni regione cult nel panorama italiano. Meta di vip internazionali e grandi investitori. Lo dimostrano i numerosi articoli apparsi sulle maggiori testate del mondo, ma soprattutto alcuni numeri del rapporto effettuato da Klaus Davi & Co. per Sviluppo Lazio e presentato ieri nella sede della Stampa Estera. La nostra regione è stata visitata nel corso del 2006 da circa 12 milioni di turisti, 6.659.000 stranieri e 5.334.000 italiani, con un incremento generale negli arrivi del 9,4% rispetto al 2005. L’incremento dei turisti stranieri, nello stesso periodo, è stato del 12.6%. Da gennaio a oggi, inoltre, la crescita spalmata su tutte le province tocca un ulteriore incremento del 2%. Il Lazio poi ha saputo sviluppare interesse in mercati che fino a qualche anno prima non avevano dei numeri interessanti. Basti pensare che i turisti russi nella regione sono arrivati a 377mila unità annue e che per recarsi alle terme laziali giungono più di 511mila turisti nei 12 mesi dell’anno.
Numerosi gli attori, i registi e i politici che affollano la regione. Trascorrono le vacanze sul litorale o nelle città d’arte, acquistano case o attraccano nei bellissimi porti con i loro panfili. Tra questi, Tom Cruise a Sven Goran Eriksson, Charlotte Casiraghi, figlia della principessa Carolina di Monaco, Michael Douglas, che possiede una casa a Ponza, Kathleen Turner (ricordate La guerra dei Roses?) che ha scelto di vivere ad Alatri, ma anche Joseph Finnes, indimenticabile protagonista di Shakespeare in Love, il premier inglese Tony Blair, l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder. Soddisfatto dei risultati l’assessore al Turismo, Raffaele Ranucci. «Trend in crescita per la nostra Regione - ha detto - Forse in futuro dovremmo creare uno speciale “brand” per poter maggiormente divulgare il territorio, le sue bellezze, la sua cultura». La ricerca effettuata da Klaus Davi & Co, su 9mila intervistati in Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Svizzera, Giappone e Usa, dimostra che il 58,5% conosce il Lazio e il 17,7 vi ha soggiornato per un periodo di vacanza. Tra le mete preferite degli stranieri la capitale (+10.5%), le città d’arte (+4.4%), il mare (+2.2%), gli Appennini e i laghi (+6.6%) e le terme (Civitavecchia, Ferentino, Tivoli, Palombara Sabina, ViterboFiuggi, +4.1% ).
Il sondaggio definisce il Lazio «regione antistress», perfetta come set cinematografico. Solo alcuni nomi. Martin Scorsese (Gangs of New York), Francois Girard (Silk, tratto dal romanzo di Alessandro Baricco), Steven Soderbergh (Ocean Twelve con George Clooney, Julia Roberts, Brad Pitt, Catherine Zeta-Jones), mentre Mel Gibson, prima di girare alcune scene di The Passione of Christ, ha assistito a Civitavecchia a una delle più antiche processioni del mondo risalenti al 899 d.C. Tra le curiosità il sondaggio ricorda che Fregene è uno dei luoghi di mare più amati, al decimo posto nella top ten delle città più care dopo Cortina d’Ampezzo, Porto Cervo, Forte dei Marmi, Capri, Alassio, Porto Rotondo. il prezzo al metro quadrato per una casa è di oltre 9 mila euro.