Lazio Rocchi chiarisce: «Umano essere delusi se si finisce in panchina»

È il caso Rocchi a tener banco in casa Lazio dopo il pareggio contro il Geona. L’attaccante e capitano biancoceleste al termine dell’incontro con i rossobù aveva detto di non condividere la sua esclusione dalla squadra scesa in campo all’inizio. E ieri ha spiegato meglio le sue parole: «Io ho solo esternato un discorso, siccome mi è stato chiesto se ero rimasto deluso io ho risposto di sì - ha spiegato Rocchi a Radio Radio -. È umano e legittimo dire che accetto le decisioni dell’allenatore, le rispetto, a volte però posso anche non condividerle. Non ho detto niente di polemico. Io sono entrato in campo, ho fatto la mia partita, alla fine mi è stata posta una domanda e io ho espresso il mio stato d’animo. Non credo si possa dire si litiga nello spogliatoio della Lazio, che non si va d’accordo. Ci tenevo a chiarirlo».
Sulla questione ieri è intervenuto anche il presidente Claudio Lotito: «A me non risulta che ci sia una dialettica tra Delio Rossi e Rocchi. Lo dico senza timore di essere smentito - ha spiegato Lotito a Radio Radio -. Si tratta di una strumentalizzazione mediatica. Rocchi non mi risulta che abbia esternato nulla, né che abbia avuto confronti con l’allenatore». Il giocatore sarebbe solo stato «poco avveduto, se avesse avuto da fare qualche considerazione l’avrebbe dovuto fare nelle sedi opportune».