Lazio salva, Papadopulo fa la valigia

Cristiano Sala

Salvezza raggiunta anche in campo, ma quanta fatica. Il pareggio pirotecnico del Barbera ha regalato ai tifosi della Lazio il punto che ha permesso alla squadra biancoceleste di evitare il peggio in un campionato da dimenticare sotto il profilo tecnico. Papadopulo lascia la Lazio con il derby vinto a gennaio, ma la conduzione dell’allenatore toscano sembra non aver convinto l’ambiente e, soprattutto, Lotito. I problemi sorti nello spogliatoio (ieri nuovo scontro con Di Canio al momento della sostituzione) lasciano pensare che l’allenatore di Casale Marittimo non sarà sulla panchina laziale nel prossimo anno. Caccia al nome dei possibili sostituti (Delio Rossi in pole, calano invece le azioni del Trap), caccia al nuovo progetto. A fine partita soddisfazione per la salvezza raggiunta ma i sorrisi sono di circostanza. Lotito, interrogato sul futuro, non si sbilancia: «Papadopulo ha fatto un buon lavoro quest’anno e la conferma si farà in base ai risultati complessivi raggiunti. L’Intertoto? Dal punto di vista della classifica siamo sotto al Messina e questo ci terrebbe fuori dal torneo estivo. Rispetto ai siciliani, però, abbiamo la licenza Uefa. Vediamo cosa succederà». Se la Lazio dovesse cominciare in anticipo la prossima stagione per ottenere la qualificazione alla Coppa Uefa sarà necessario intervenire immediatamente sul mercato: «Abbiamo un programma per ogni eventualità. Se dovessimo giocare in Europa bisognerà avere uno staff esperto e all’altezza», assicura il presidente.
Papadopulo a fine partita è andato a raccogliere il saluto dei suoi tifosi nello spicchio di stadio riservato ai sostenitori biancocelesti. Soddisfatto per il risultato, un po’ meno per le difficoltà incontrate durante il match: «Era importante fare questo punto. Come per il resto della stagione anche nella partita contro il Palermo potevamo fare di più. È stata un’annata difficile ma abbiamo anche gioito tutti insieme come è avvenuto nel derby d’andata. Non so cosa mi riserva il futuro: la prossima settimana incontrerò il presidente».
Autore del pareggio, Muzzi si gusta la salvezza che porta la sua firma: «Sono molto felice per aver realizzato una rete così importante. A un certo punto pensavamo che il portiere palermitano non ci avrebbe fatto più segnare, ma in qualche maniera sono riuscito a buttarla dentro».