La Lazio scivola, ride il Milan: primo dopo 2 anni Pari per Inter e Juve. E il Napoli sale al 3° posto

Vittoria rossonera in casa contro il Palermo (3-1). Biancocelesti ko anche a Cesena. Pareggi per Inter, a Lecce, e Juve, a Brescia. La Roma sfrutta l'onda lunga del derby e supera la Fiorentina (3-2). Il Napoli vince a Cagliari ed è terzo: <strong><a href="/sport/calcio_serie_a/live.pic1" target="_blank">GUARDA TUTTI I GOL
</a></strong>

Milano - Un colpo di testa di Pato, un rigore (generoso) di Ibra, una zampata di Robinho. Il Milan batte il Palermo 3-1 e vola in testa alla classifica. Allegri l'aveva battezzata "la gara più importante della stagione" e forse non aveva torto. Complice la sconfitta della Lazio sul campo del Cesena (proprio come per i rossoneri alla prima uscita) e i pareggi delle avversarie (Juventus e Inter bloccate da Brescia e Lecce) il Diavolo si issa in cima al campionato. Terzo posto agguantato a recupero praticamente terminato dal Napoli: Lavezzi giustizia il Cagliari al 49' della ripresa. 

Movimenti in testa Il Milan non domina. Anzi, per tutto il primo tempo soffre il Palermo. Ma con un colpo di testa di Pato passa in vantaggio. I rosanero spingono e con un tiro da fuori di Bacinovic, con Abbiati coperto, firmano il pari. Ma arrivano il rigore di Ibrahimovic e l'assist dello svedese per il 3-1 di Robinho. Dopo due anni i rossoneri tornano al primo posto della classifica. Unica nota stonata gli infortuni a Pato e Inzaghi. Derby a rischio per loro. La Lazio, invece, dopo la sconfitta contro la Roma, si addormenta anche a Cesena. Dopo la traversa di Foggia nel primo tempo, i romagnoli vincono con una sventola all'incrocio dei pali di Parolo. A un punto dai biancocelesti di Reja arriva il Napoli di Mazzarri. Decisivo il gol in contropiede di Lavezzi al 49' della ripresa.

Juve e Inter bloccate Per Benitez in vista del derby non è una buona novella. Secondo pareggio consecutivo con una "piccola". Dopo l'1-1 di sabato sera contro il Brescia a San Siro esce lo stesso risultato sulla ruota di Lecce. Nerazzurri in vantaggio con gol di Milito su assist di Eto'o e pareggio dei salentini con l'ex bianconero Olivera, colpo di testa in mezzo all'area su corner. Passo indietro dei bianconeri di Del Neri. Dopo un primo tempo convincente nella ripresa arriva il gol del vantaggio firmato da Quagliarella. Ma non passano 120 secondi e Diamanti, con un esterno sinistro da favola, firma il pareggio. Un punto dietro alla Juve in classifica si affaccia la Roma. I giallorossi di Ranieri battono la Fiorentina. Vantaggio di Simplicio e raddoppio di Borriello (grande assist di Menez). Poi arriva il 2-1 di Gilardino. Perrotta allunga per i romanisti, su errore di Boruc, e D'Agostino sigla il 3-2 finale con una punizione pennellata. Ma Mihajlovic è ancora invischiato nelle zone basse.

Riparte il Genoa A metà classifica fa un passo avanti il Chievo. I gialloblù di Iachini pareggiano 0-0 con il Bari al Bentegodi e fanno un altro passettino verso la salvezza. Irrompe a quota 14 il Genoa reduce dal cambio di allenatore. Ballardini non cambia modulo né uomini, approfitta soltanto del colpo da biliardo di Milanetto da fuori area e batte il Bologna 1-0. A braccetto col Grifone anche il Catania che supera l'Udinese 1-0 al Massimino e raggiunge anche i friulani. Preciso e senza scampo il colpo di testa di Maxi Lopez sul corner telecomandato di Mascara.

Risultati Parma-Sampdoria domani alle 20,45, Brescia-Juventus 1-1, Cagliari-Napoli 0-1, Catania-Udinese 1-0,Cesena-Lazio 1-0, Chievo-Bari 0-0, Genoa-Bologna 1-0, Lecce-Inter 1-1, Milan-Palermo 3-1, Roma-Fiorentina 3-2.

Classifica Milan 23, Lazio 22, Napoli 21, Inter 20, Juventus 19, Roma 18, Sampdoria e Chievo 15, Palermo, Catania, Genoa e Udinese 14, Fiorentina e Lecce 12, Cagliari, Brescia, Bologna e Cesena 11, Bari 9, Parma 8.