Lazio Il sogno di Dabo: «Un gol alla Ledesma...»

«Loro sono animali feriti e vogliono vincere, ma anche noi lo vogliamo». Parola di Cristian Brocchi, motore del centrocampo di Delio Rossi, ex milanista al debutto nel derby della capitale dopo averne vissuti a ripetizione difendendo sia la Milano rossonera che quella nerazzurra. «Sto vivendo questi giorni abbastanza bene anche perchè non è la prima volta che preparo un partita importante», ha sintetizzato il mediano meneghino, non prima d’aggiungere che «qui si vivono grandi sensazioni e mi rendo conto che rappresento una parte dei tifosi della capitale». «Paragono le emozioni di questo incontro a quelle vissute nel primo euroderby contro l’Inter», ha poi aggiunto lo stesso Brocchi, che preferirebbe una vittoria di squadra a un successo personale: «Un mio gol nella supersfida? Sarei più contento se battessimo la Roma».
Brocchi sarà titolare nel centrocampo a tre disegnato da Delio Rossi, che gli ha affiancato Ledesma e Stefano Mauri nella zona sinistra della mediana preferendo almeno ad inizio gara quest’ultimo a Ousmane Dabo. Per il resto sarà la solita Lazio, con la linea a 4 di difesa composta da Lichtsteiner, Siviglia, Rozenhal e Radu, mentre al tridente delle meraviglie Rocchi, Pandev e Zarate (15 reti) è affidata l’idea di scardinare la difesa romanista. Sarà schierata una squadra a trazione anteriore dunque, impostata con tre punte di ruolo e un centrocampista dalle attitudine offensive come il brianzolo.
Per la cronaca, la vigilia del match è vissuta fra dichiarazioni di rito e pronostici. Simone Inzaghi, che non vede la Lazio favorita («la classifica della Roma è bugiarda»), ha spifferato un laconico «ai giallorossi non ho mai segnato», quasi stesse chiedendo aiuti divini. Poi ha aggiunto: «Il derby si vince col cuore, ma anche con la testa. Ma nessun derby è come questo». Dabo invece ha rivelato il suo sogno: «Non segno dall’aprile 2006, il gol mi manca, sarebbe meraviglioso firmare la mia prima rete nel derby con un tiro da fuori. tipo Ledesma due anni fa».
Più soft il commento pre-gara di Fabio Firmani: «Non mi fiderei tanto del momento che attraversa la Roma perché queste sono partite come finali di una coppa e quindi si ritrovano motivazione e voglia. La Roma sicuramente in questa gara si ritroverà».