Lazio, la svolta di Messina Rossi: «Adesso ho fiducia»

Massimo Oddo: «Credo che sia stata la vittoria sull’Udinese a darci il morale per sbloccarci»

Jacopo Granzotto

Da buon ex biancazzurro Bruno Giordano teneva molto a questa partita. Alla fine, dopo il pesante 1-4 rifilatogli dalla Lazio, deve recitare il mea culpa per aver regalato il primo tempo alla squadra di Delio Rossi, tonica e perfetta in ogni reparto con un centrocampo che ha dettato legge sfruttando il gran momento di Mauri.
Uno strano campionato questo, livellato in basso e di non eccelsa qualità. Del resto il Messina ha fatto la fine dell’Udinese. Anche i siciliani erano dati in gran spolvero ma sono apparsi la brutta copia della formazione che aveva stupito e forse preso più punti di quanto avesse meritato. Incerta in difesa, debole a centrocampo e poco incisiva in avanti si è di fatto consegnata alla schiacciante superiorità tecnica dei laziali. Insomma la brutta figura del Messina è soprattutto merito di Oddo e compagni che hanno confermato quanto di buono avevano fatto contro l’Udinese. Delio Rossi può stare tranquillo: la sua squadra può lottare ad armi pari con chiunque per conquistarsi un posto per i preliminari di Campions.
Al termine della gara l’allenatore, che sabato sera aveva annunciato che a fine campionato la Lazio sarà nella parte sinistra della classifica, è apparso stranamente laconico: «Questo pomeriggio abbiamo giocato un’ottima gara. Un plauso particolare a Mauri (seconda doppietta consecutiva), a Pandev e al nigeriano Makinwa. La squadra sta bene e sta prendendo consapevolezza dei propri mezzi che sono notevoli». «Ora sono molto fiducioso per il nostro futuro», ha concluso Delio Rossi che ha concesso una giornata di assoluto riposo a tutta la squadra.
Anche Massimo Oddo, da tempo il vero trascinatore della squadra è soddisfatto, e ci mancherebbe altro: «Stiamo facendo veramente bene. Credo che sia stata la vittoria ai danni dell’Udinese a darci finalmente il morale. Dopo quella gara abbiamo preso consapevolezza di essere una squadra che può mettere in difficoltà anche le prime della classe. Inoltre abbiamo cominciato a giocare meglio e a fare quello che abbiamo sempre fatto bene».
Infine la domanda di rito sul futuro, l’argomento preferito dai tifosi che a questo punto temono che il difensore della nazionale italiana possa andare a gennaio al Milan: «L’ho detto e lo ribadisco - conclude Oddo - mi piacerebbe a questo punto chiudere la carriera qui nella capitale e sto aspettando che il presidente Lotito faccia il passo decisivo, mi ha già accennato che mi vuole incontrare; ne sarò felice, aspetto insomma una proposta. Non abbiamo assolutamente parlato finora, so solamente che Lotito mi chiamerà a breve. Vedremo».
Infine arriva Giordano che nonostante tutto non si perde d’animo, anche perché sa bene che non c’è stata partita: «È stata una giornata negativa da parte di tutti i miei giocatori- ammette l’ex bomber laziale -. Abbiamo avuto una buona rezione nel secondo tempo, diciamo per dieci minuti, poi però siamo stati sempre sotto scacco da parte della Lazio, che ha meritato questo risultato. Ripartiamo subito; per fortuna abbiamo un margine buono per giocare con una certa tranquillità; certo, se continuiamo con queste prestazioni diventa tutto più complicato».
La ripresa degli allenamenti è stata fissata per domani pomeriggio al centro sportivo di Formello.