Leader comunista vende un quadro e diventa straricca

I membri del suo partito si incontrano in squallide salette dell’est di Londra, ma lei da oggi non dovrà più preoccuparsi di combinare la sua attività politica con un impiego che le permetta di arrivare alla fine del mese con qualche soldo in banca: Anita Haplin, presidente del partito comunista britannico, è diventata multimilionaria grazie alla vendita di un raro dipinto espressionista, battuto all’asta a Manhattan per quasi 31 milioni di euro. All’insaputa dei suoi compagni di partito, qualche mese fa la Halpin ha ereditato «Berlin Street Scene», un’opera del pittore tedesco Ernst Ludwig Kirchner che ritrae una via di Berlino piena di passanti nel 1913. Dopo una lunga battaglia all’ultima offerta da Christie’s a New York, il quadro è stato acquistato dall’esperta d’arte Danielle Luxembourg, per conto della Neue Galerie di New York.