LeasePlan, servizi su misura per il mercato

Una realtà multinazionale presente in 29 Paesi, con circa un milione e 300mila veicoli gestiti. E un gruppo che, anche in Italia, ha saputo scalare i vertici del mercato, fino a diventare operatore leader nel noleggio a lungo termine. Il successo di LeasePlan nel nostro Paese, d’altronde, è ben riassunto dai numeri: una market share superiore al 20%, un fatturato che nel 2006 ha sfiorato i 730 milioni di euro e una flotta circolante di quasi 100mila veicoli, distribuiti su un portafoglio di 12mila clienti. E in più, un tasso di crescita decisamente superiore a quello del mercato, asset per oltre un miliardo e un’utile d’impresa di 23 milioni.
A dare ulteriore forza al gruppo, che oltre a LeasePlan Italia comprende Nolauto Genova System e Overlease (una joint-venture al 50% con Renault Nissan Credit), è poi intervenuta alla fine dello scorso anno l’integrazione con un altro player di prima fascia dell’autonoleggio, Europcar Lease. Un’operazione ambiziosa, che negli ultimi 11 mesi ha ridisegnato le gerarchie del mercato nazionale e sulla quale, come è ovvio, gli sforzi della società si concentreranno anche nel prossimo futuro. «Formalmente, l’integrazione è partita nel dicembre 2006 - conferma Alberto Repetto, direttore commerciale marketing del gruppo LeasePlan Italia - ma, in pratica, l’abbiamo messa in atto nel corso di quest'anno. Ora puntiamo a sedimentare al meglio l’integrazione tra le due aziende. E quindi, per il biennio 2008/2009 immaginiamo di vivere una fase di consolidamento: magari continuando a crescere un po’ più del settore nel suo complesso, ma senza strategie particolarmente aggressive».
Di certo, nei piani di LeasePlan rientra, oggi più che mai, il presidio attento del mercato, attraverso una gamma di prodotti «su misura» per le specifiche esigenze dei diversi target di clientela. Si passa dalla Formula Pronta, che con servizi standard a un prezzo contenuto e invariabile si dimostra particolarmente indicata per le piccole aziende e le ditte individuali, alla Formula Pratica, pensata per le società con un parco auto medio-grande, che cercano una gestione completa e la consulenza di un account manager dedicato. Per i gruppi internazionali con una flotta distribuita su più mercati c’è invece Global Solution, un prodotto che prevede la possibilità di ottenere lo stesso livello di servizio e la medesima reportistica di gestione del parco in tutti i Paesi in cui LeasePlan è presente.
Ma il vero tratto distintivo dell’offerta di LeasePlan è forse Formula Opportunità, basata sul cosiddetto sistema «libro aperto». «È un prodotto che a fatto la fortuna del gruppo in Europa - spiega Repetto - e si basa su un’innovativa idea di partnership tra i clienti e la società di noleggio». In pratica, il contratto non prevede una rata fissa mensile, ma una quota che può essere rivisitata in rapporto ai risparmi che il cliente riesce a ottenere nella gestione della flotta, rispetto ai costi inizialmente previsti. «Si tratta di una soluzione molto avanzata - prosegue Repetto - che non a caso va per la maggiore in mercati evoluti come quelli anglosassoni. In Italia all’inizio ha dovuto fare i conti con qualche diffidenza “culturale”, perché spesso le nostre aziende preferiscono ottenere subito il massimo in termini di risparmio. Ma il suo indubbio valore aggiunto inizia a far breccia nelle car policy dei clienti nazionali».