LECCE 1 - MILAN 1

LECCE
BENUSSI 6,5
Ai tempi di Zeman contestato e fischiato, ora sembra diventato un affidabile protettore dell'area.
POLENGHI 6
Chiede di non restare mai da solo da quella parte, contro Dinho e si affida alla solidarietà dei suoi. (33’ st ESPOSITO 7)
DIAMOUTENE 5
Salva sulla linea un gol fatto (di Borriello), si applica e tampona.
STENDARDO 5,5
Al primo intervento (su Kakà) prende il giallo: da quel momento si defila.
ANTUNES5
Il portoghese timbra il biglietto senza mai perdere di vista la sua corsia utilizzata spesso per le scorribande di Kakà.
MUNARI 5
Invece di mettere la testa fuori dalla garitta, se ne sta in trincea. (13’ st ARDITO 6)
GIACOMAZZI 6
Impugna la sciabola e qualche volta il fioretto per suggerire le sgroppate di Cacia. Manca un gol a porta spalancata. (21’ st CASERTA 5)
ZANCHETTA7
Trasformazione genetica da tre-quartista in regista di centrocampo.
ARIATTI6
Uomo di fatica e di sostanza.
CACIA6
Tiene vivo l'attacco del Lecce per quasi un'ora.
TIRIBOCCHI5
Non ha molte munizioni a disposizione.
All. BERETTA6
Il diletto Barnetta si arrangia come sa e come può per tenere a galla la sua squadra.
MILAN
ABBIATI5
Si sporca i guantoni nel primo tempo. Nella ripresa prende una palla sul limite e l'arbitro lo castiga ingiustamente.
ZAMBROTTA6
A furia di lanciarsi in avanti, si lascia sorprendere da qualche ripartenza.
BONERA6,5
Sbaglia un solo intervento (su Tiribocchi) e si prende il giallo.
FAVALLI6,5
La sua presenza suscita qualche apprensione per Ancelotti. E invece la sua prova da regista vale il miglior Maldini.
JANKULOVSKI6
Non se ne sta con le mani in mano e cerca di organizzare cross e assalti.
GATTUSO6,5
Per trovargli un difetto in una stagione unica devono tenere il conto matematico dei falli commessi: troppi dicono. Rino ne evita tanti e gioca di fino da centrale. Tiè.
SEEDORF6
Sul prato umido e pesante rischia qualche dribbling di troppo.
FLAMINI6
Scolastico, o meglio ordinatissimo. Fa il compitino. (33’ st PATO 6,5. Entra e procura la scossa alla sfida).
KAKÀ5,5
Il riposo Uefa non gli giova, a giudicare dall'errore di mira solo davanti al portiere.
RONALDINHO7
Gli assist per le palle-gol del Milan sono tutti suoi. E coglie il sesto sigillo consecutivo. (33’ st EMERSON 5)
BORRIELLO 6
Gli capitano sul sinistro tiepido le pallette che potrebbero ricacciare indietro la concorrenza e il fantasma di Belen. (dal 23 st INZAGHI 5)
All. ANCELOTTI6
A furia di giocare con quattro punte, alla Mourinho, trova il gol e corregge al volo l'eccesso.
Arbitro BERGONZI 5. Sui gialli non fa sconti a nessuno, non vede un rigore ed è grave svista, poi sbaglia su Abbiati. Da bocciare proprio.