Lecce, aggredita Patrizia D'Addario: violentata e sequestrata in una villa

L'escort aggredita e trattenuta in una villa dove si trovava per
motivi di lavoro. Denunciato l'imprenditore Salvatore De Lorenzis, ex marito di Carolina Marconi

Lecce - Paura nel Salento per Patrizia D’Addario. Ieri sera la 43enne escort barese si è presentata nella questura di Lecce chiedendo aiuto e rivelando di essere stata aggredita e trattenuta in una villa dove si trovava per motivi di lavoro. In forte stato di choc, la escort ha raccontato di aver raggiunto la questura a bordo di un’auto guidata da un uomo del quale ha detto di non conoscere il nome.

La denuncia della escort La D’Addario ha denunciato alla polizia di Lecce di essere stata vittima di diversi tentativi di violenza sessuale, compiuti dallo scorso fine settimana fino a ieri, mentre si trovava per lavoro in una località jonica del Basso Salento. Secondo fonti investigative, oltre ai presunti tentativi di violenza, la polizia sta anche accertando se la donna sia stata vittima anche di un sequestro di persona, ipotesi questa che al momento sembra non avere consistenza. Alla polizia la D’Addario avrebbe detto che il suo aggressore le avrebbe impedito anche di usare il telefono. I tentativi di violenza sarebbero stati compiuti in posti diversi.

Denunciato un imprenditore È l’imprenditore salentino Salvatore De Lorenzis la persona denunciata dalla D’Addario per presunti abusi sessuali subiti negli ultimi giorni. Lo ha scoperto l’emittente salentina Telerama che ha intervistato De Lorenzis. De Lorenzis è anche presidente della squadra di calcio del Racale, che milita nel campionato di eccellenza pugliese. L’imprenditore è stato spesso negli ultimi mesi protagonista di siti e riviste di gossip, dal momento che nell’ottobre 2009 ha sposato Carolina Marconi, oggi attrice ed ex partecipante al Grande Fratello, dalla quale si è di recente separato.

Che smentisce "È una pazza, una pazza scatenata. È tutto falso, ricatta me come ha fatto con Berlusconi". Sono le dichiarazioni che, in un’intervista telefonica all’emittente televisiva salentina Telerama, fa De Lorenzis. L’imprenditore ha un’azienda di videogiochi ed è presidente della società di calcio del Racale che milita nel campionato pugliese di eccellenza. L’emittente ha mandato in onda l’intervista telefonica, spiegando che le dichiarazioni di De Lorenzis sono "forti" e che da quelle dichiarazioni Telerama "si dissocia". De Lorenzis non risparmia nell’intervista mandata in onda giudizi pesanti nei confronti di Patrizia D’Addario ("è una drogata, una prostituta, una escort"), dice di averla conosciuta in discoteca, smentisce le violenze. Una troupe e una giornalista dell’emittente si sono poi recati alla villa dove attualmente risiede De Lorenzis, ma l’imprenditore ha detto loro di non riprendere la casa e lui stesso, altrimenti li avrebbe denunciati. Alcuni famigliari hanno poi spiegato a giornalista e cineoperatore che l’imprenditore stava recandosi in questura a fare le proprie dichiarazioni e non voleva dire null’altro prima di aver chiarito la propria posizione con gli inquirenti, aggiungendo che donna "è stata trattata divinamente, al punto che non voleva più andar via".