Il Lecce annaspa l’Udinese ne approfitta

da Lecce

L’aritmetica non lo condanna ancora, la logica sì dopo un'altra sconfitta interna, 2-1 per l'Udinese. La squadra friulana invece, vincendo raggiunge quota 38, centra il quarto risultato utile consecutivo con Galeone («nonostante un primo tempo inguardabile», parola di Galeone) e si avvicina alla salvezza. Partita a due facce, con un primo tempo equilibrato e una ripresa di netta marca friulana. Gli uomini di Galeone al primo vero affondo passano in vantaggio, al 24', con Barreto che sfrutta un assist al bacio di Obodo. Il Lecce reagisce e pareggia al 37' con un gol di prepotenza di Giacomazzi su cross di Babù. Ripresa tutta in negativo per il Lecce che al 14' incassa il gol del 2-1: dalla trequarti Muntari serve Di Natale che sfiora il pallone di testa; a sua volta Stovini corregge il tiro con un braccio, mandando il pallone a sbattere contro il palo e, poi, urtando sul corpo di Sicignano termina in rete.