Lecce-Bari a porte chiuse Ma Maroni è perplesso

Per motivi di sicurezza il derby Lecce-Bari in programma il prossimo 6 gennaio nel capoluogo salentino si disputerà a porte chiuse. Lo ha deciso il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi nella prefettura di Lecce. Dura le reazione del presidente giallorosso Pierandrea Semeraro: «il peggiore provvedimento che si potesse prendere». Perplesso sulla decisione anche il ministro Maroni, secondo cui la tessera del tifoso era stata introdotta appunto per evitare decisioni così drastiche.