Lecce, pirata della strada uccide una 23enne Arrestata una donna: era in stato di ebbrezza

Ancora un incidente stradale. Questa volta è successo sulla strada che da Torre Lapillo
conduce a porto Cesareo (Lecce). Una Smart, guidata da una giovane donna in stato di ebrezza ha investito due ragazzi. Morta una giovane turista, ferito un altro ragazzo

Lecce - La notte scorsa una ragazza di 23 anni di Bologna è stata investita e uccisa da un’auto mentre attraversava la strada che da Torre Lapillo conduce a porto Cesareo (Lecce). L’auto, una Smart, era condotta da una giovane donna di Sogliano Cavour (Lecce), che è stata denunciata per omissione di soccorso, e che secondo gli accertamenti dei carabinieri guidava in stato di ebbrezza. La vittima era in compagnia di un ragazzo barese rimasto ferito e trasportato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. La vittima si chiamava Anna Innorta e stava trascorrendo le vacanze nel Salento con un gruppo di amici. L’incidente è avvenuto intorno alle 2,30.

Guidava in stato di ebrezza La vettura è piombata sui ragazzi investendo anche un giovane di Palo del Colle (Ba), Marino Cavoluzzi, 30 anni, trasportato con un’ambulanza all’ospedale. Il ragazzo, in prognosi riservata, non sarebbe in pericolo di vita. La ragazza alla guida dell’auto, di Salice Salentino, che dopo l’incidente non si è fermata, ma è stata poi rintracciata dai carabinieri della Compagnia di Campi Salentina (Le). Per lei accuse sono di omicidio colposo, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. L’auto è stata sequestrata e la patente ritirata. I carabinieri stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.