Lecco, esplosione in ditta: 20 feriti, due gravi

Una fortissima esplosione all’interno
dell’azienda Frigerio, specializzata nella lavorazione e
nello smaltimento di liquami industriali, ha provocato intorno il ferimento grave di due persone. Altre 20 persone sono state portate in ospedale

Lecco - Prima una violentissima esplosione, udita anche a dieci chilometri di distanza. Poi l'allarme, l'incendio e l'intervento immediato dei vigili del fuoco. Una fortissima esplosione all’interno dell’azienda Frigerio di Lecco, specializzata nella lavorazione e lo smaltimento di liquami industriali, ha provocato intorno alle 14.30 il ferimento grave di due persone. Si tratta di Giuseppe Frigerio, coproprietario 59enne dell’azienda e di Francesco Pane, un impiegato di 64 anni. Entrambi sono ricoverati in gravi condizioni all’ospedale di Lecco.

L'esplosione della ditta La Frigerio è situata tra la località Bione e il quartiere di Maggianico di Lecco nei pressi della linea ferroviaria Milano-Lecco-Sondrio e la strada provinciale Lecco-Bergamo. L'esplosione sarebbe stata causata allo sprigionarsi di gas - anche se non è dato ancora sapere di quale natura - avvenuta durante una fase di lavoro. Il traffico veicolare è stato bloccato in tutta la zona e sul luogo dell'incidente ora stanno operando diverse unità di pronto intervento di soccorso 118, vigili del fuoco del nucleo Nbc, carabinieri e polizia. Gli effetti dell’esplosione sono stati devastanti, al punto che diverse strutture murarie della ditta nella quale si è verificata la deflagrazione, sono crollate o sono state in parte proiettate a decine di metri di distanza.

Allarme in tutta la vallata L’esplosione si è udita in tutta l’ampia vallata tra i laghi di Lecco, Garlate e Olginate e il corso del fiume Adda. In diversi paesi sono tremati i vetri, la gente è uscita sui balconi e dalla zona del Bione, nota per ospitare gli impianti sportivi di Lecco, si è immediatamente levato un denso fumo nerastro. Il traffico attorno alla zona dell’esplosione è stato bloccato anche se progressivamente sono state riaperte le principali vie di comunicazione.

Due feriti gravi "In ospedale - si legge nella nota diffusa dall'ospedale - sono ricoverati due pazienti in codice rosso: il primo con un politrauma e ustioni di secondo grado su buona parte della superficie del corpo, il secondo con politrauma e trauma cranico". La centrale operativa del 118 di Lecco poco fa ha diffuso un primo bilancio degli effetti dell’esplosione avvenuta questo pomeriggio in una ditta di Lecco. Le condizioni dei due feriti vengono definite gravissime, da codice rosso. Oltre a loro, almeno venti persone - alcune delle quali si trovavano in ditta o nei pressi - sono state evacuate dalla zona dell’incidente ma le loro condizioni, fatti salvi gli stati di shock per l’accaduto, vengono definite sotto controllo o clinicamente lievi. La ditta nella quale si è verificata l’esplosione, opera nel campo degli spurghi fognari.