Lecco, ritrovata la bimba rapita: sta bene. Presi i sequestratori 

La mamma l'aveva lasciata in macchina insieme a due fratelli fuori dall'Esselunga di Cernusco Lombardone. La piccola, 18 mesi, sequestrata da una donna con problemi mentali

Lecco - Inquietante episodio nel tardo pomeriggio di oggi fuori da un supermercato di Cernusco Lombardone, nel Lecchese, dove una bimba di appena un anno e mezzo, stando alle prime informazioni, sarebbe stata rapita da una sconosciuta mentre si trovava in auto in attesa che la mamma tornasse dalle compere. In tutta la zona è immediatamente scattata un’imponente battuta con polizia e carabinieri. Secondo quanto si apprende, attorno alle 17 la mamma aveva raggiunto l’Esselunga per fare la spesa, lasciando i tre figlioletti in auto, una Opel. All’uscita ha notato una donna che stava spalancando la portiera e che si è presa in braccio la piccina portandola via. Inutilmente l’ha rincorsa perché poco lontano vi era un complice con un’altra auto sulla quale è salita la rapitrice. La mamma si è messa ad urlare attirando l’attenzione degli altri clienti del supermercato che si trovavano sul piazzale. Subito è scattato l’allarme ai carabinieri della compagnia di Merate, guidata dal capitano Giuseppe Santacroce, che hanno immediatamente dato vita ad una imponente caccia con impegnate tutte le radiomobili disponibili e coinvolgendo anche tutte le stazioni del territorio. L’allarme e la descrizione dell’auto in fuga è stata diramata anche ai comandi delle province confinanti di Milano, Como, e Bergamo.

Ritrovata Poche ore dopo è stata ritrovata a Olgiate Molgora, a pochi chilometri dal luogo del sequestro, la bimba che era stata portata via dal piazzale del parcheggio di Cernusco. La piccola sarebbe in buone condizioni. È stata vista in braccio a un carabiniere che entrava nel comando di Merate. La bambina, secondo quanto si è appreso, era stata prelevata da una donna di 48 anni, con problemi mentali. Non appena il comandante dei carabinieri della locale stazione ha raccolto da testimoni la descrizione della presunta rapitrice, ha capito di chi poteva trattarsi. I militari dell’Arma si sono quindi recati a casa della donna, dove hanno trovato la bimba.