«Via Lecco, soluzione vicina ma attendiamo un segnale»

La Maiolo: «Daremo alloggi solo contestualmente a un percorso di integrazione»

«Si lavora per trovare una soluzione all'occupazione di via Lecco: la soluzione è vicina. L'assessorato alle Politiche sociali sta verificando la disponibilità di alcune nuove strutture di accoglienza». Questo il commento dell'assessore alle Politiche sociali, Tiziana Maiolo, che ha preso parte a un incontro con il prefetto Gian Valerio Lombardi in merito alla situazione degli occupanti di via Lecco.
«È indispensabile - ha proseguito l'assessore - poter utilizzare al più presto il contributo di 1 milione di euro messo a disposizione dal governo per poter assistere socialmente i 267 richiedenti asilo politico. Milano darà sicuramente una risposta alla domanda di alloggio di queste persone che si trovano in difficoltà. Milano pretende, però, che venga contestualmente iniziato un percorso di integrazione sociale e lavorativa per gli occupanti di via Lecco». Nei giorni scorsi diverse associazioni, tra cui Arci, Acli e sindacati hanno incontrato il prefetto Lombardi. Durante il tavolo di confronto l'inquilino di corso Monforte avrebbe rassicurato le organizzazioni: «Non ci sarà nessun atto di forza fino a che non sarà trovata una soluzione da parte del Comune». Il prefetto avrebbe spiegato che una nuova proposta sarebbe potuta arrivare presto da parte del Comune proprio a partire dai fondi promessi dal governo.