La Lega apre un sito internetper denunciare gli illeciti compiuti da extracomunitari

Il sito si basa sullo stessa idea da cui è nato l'omologo olandese, creato dal Pvv di Geert Wilders

Un sito sulla falsa riga di quello lanciato da Geert Wilders, leader xenofobo del Pvv olandese. La Lega ha annunciato - lo ha detto l'eurodeputato Mario Borghezio - di voler realizzare in Italia un'iniziativa simile, promossa dai Volontari Verdi in collaborazione con il consigliere comunale di Milano, Max Bastoni.

Un sito di denunce, definito dall'europarlamentare "uno spazio di libertà aperto alla collaborazione di tutti, uomini e donne delle forze dell’ordine ovviamente compresi, ai quali garantiremo  l’anonimato". Un'iniziativa nata "sull’esempio positivo di quanto già realizzato in Olanda, che dia la possibilità a tutti i cittadini di segnalare fatti e comportamenti di rilievo inerenti gli immigrati extracomunitari".

L'idea, spiegano meglio, è quella di garantire che "situazioni negative o, quantomeno, censurabili" non restino "prive di adeguati riscontri e formali denunce sia alle competenti autorità, sia alla stessa opinione pubblica, perchè filtrate dai mass media sottoposti alla dittatura del 'politicamente corretto'".

A fare da scuola al sito leghista quello olandese, che nel giro di pochi giorni ha raccolto oltre 30mila segnalazioni, "attirandosi le critiche di tutto l'armamentario demagogico dei filo-immigrazionisti". Il sito sarà "il piatto forte" dell'offerta online dei Volontari Verdi, in fase di inaugurazione. Online anche contenuti culturali e politici di riferimento perché si rifa alle idee politiche della lega.

"Ci attendiamo da questa iniziativa - aggiunge fiducioso Borghezio - un mare di segnalazioni provenienti da città, paesi, frazioni e quartieri del nostro territorio in cui è maggiore e più pericolosa la presenza di un’immigrazione irregolare e/o clandestina".