Lega «Avanti con la cura Maroni L’unica via d’integrazione reale»

«Il confronto tra il ministro dell’Interno e il sindaco di Milano sull’emergenza rom evidenzia come vi sia da parte di questo governo un’attenzione particolare nei confronti del capoluogo lombardo e dei problemi di sicurezza e ordine pubblico». Così il capodelegazione della Lega Nord in Regione, Davide Boni, commenta il vertice di lunedì in prefettura: «La cosa da sottolineare - continua Boni - è comunque legata al fatto che è inammissibile che le città del Nord, in primis Milano possano sopportare da sole la presenza di nomadi e disperati. Per questo è condivisibile un piano che preveda l’alleggerimento della loro presenza». «Inutile peraltro tenere aperte delle strutture - sottolinea Boni - se poi intorno non c’è un adeguato piano che regolamenti l’insediamento dei nomadi in questo Paese. Mentre molti parlano a vanvera di accogliere e integrare, altri fanno i fatti, proponendo un’integrazione reale e non di facciata, perché lasciare che centinaia di bambini scorrazzino tra l’immondizia e la sporcizia non significa garantire a loro e alla città un futuro». «Naturalmente - conclude Boni - chi non condivide questo percorso, che riguarda anche una precisa pianificazione urbanistica delle aree, è liberissimo di lasciare fin da subito il nostro Paese».