La Lega brinda con la birra al no irlandese all’Europa

Salvini: «Adesso un referendum anche in Italia»

Lattina di birra Guinness in mano, appuntamento davanti alla sede di rappresentanza della Commissione europea in corso Magenta. Così una trentina di esponenti della Lega Nord - capeggiati dal deputato Matteo Salvini - hanno festeggiato l’esito del referendum con il quale l’Irlanda ha detto no al trattato di Lisbona. «Ora è necessario che anche in Italia voti il popolo e non il Parlamento», ha commentato Salvini. «Vogliamo ringraziare un popolo fiero che ha salvato la libertà di trecento milioni di cittadini europei - ha aggiunto -. Sull’Europa non facciamo un passo indietro, pensiamo sempre che si debba votare democraticamente». Per questo il Carroccio chiede un referendum anche per l’ingresso della Turchia nell’Unione.
«L’Unione Europea - ha proseguito Salvini - rappresenta per molti solo una preoccupazione, una strana entità che ci chiede sempre e solo di mettere mano al portafoglio, che si presenta con il disastro delle quote latte e con la volontà di decidere sui flussi migratori». E così, «i giovani padani - ha concluso il deputato Paolo Grimoldi - stanno già organizzando per l’estate un viaggio in Irlanda».