La Lega: «Il Comune paga il dentista agli stranieri»

Ad Albenga, se sei un extracomunitario e ti rechi ai Servizi Sociali di Palazzo civico con la richiesta di contributo per le cure dentali, gli Uffici comunali provvedono a pagare la parcella del professionista. E non solo per le carie o le devitalizzazioni dei denti, ma anche per una protesi odontoiatrica estetica. Sembra strano, eppure è la denuncia che Rosy Guarnieri, candidato Sindaco alle prossime elezioni amministrative della città, riporta dalle colonne di «Albenga», la rivista comunale dei cittadini ingauni, che in questi giorni sta raggiungendo tutte le famiglie. Infatti, nell'ultima edizione, la n° 10, del bollettino che riassume «Cinque anni di fatti! aprile 2005-marzo 2010», nella pagina dedicata agli interventi della minoranza spicca il saluto finale di Rosy Guarneri, Capogruppo della Lega Nord di Albenga e attuale Assessore provinciale, che, rivolgendosi all’amministrazione comunale, dice: «Chiedo al Sindaco: per quanti cittadini autoctoni di Albenga i Servizi Sociali avrebbero avviato l’iter per pagare una protesi dentale estetica? Per un extracomunitario lo ha avviato».
Nel merito, la replica immediata dell’Assessore ai Servizi Sociali, Alfonso Salata, che respinge l’accusa: «Non mi risulta, nel bilancio dei Servizi Sociali di Albenga, nessun intervento economico a favore di un extracomunitario per cure dentali protesiche. Abbiamo verificato nelle determinaazioni del settore e non c'è stato alcun contributo stanziato da questi Uffici in relazione ad una parcella odontoiatrica intestata ad un cittadino extracomunitario, residente nel comune di Albenga, per una riabilitazione protesica».