Lega-Forza Italia, attacco congiunto sulla caccia

Scontro sulla caccia ieri in consiglio regionale. Franco Orsi di Forza Italia e Francesco Bruzzone della Lega Nord hanno denunciato che non sono stati ancora approvati il calendario venatorio e il tesserino regionale per l’esercizio della caccia che dovevano essere varati entro il 15 giugno. «È una grave violazione di una legge regionale» ha attaccato Orsi. «Il centrosinistra è succube dei ricatti di Verdi e animalisti» ha rincarato Bruzzone. Il quale ha chiesto anche chiarezza sulle deroghe al divieto di caccia alla tazzella e al frosone. L’assessore all’Agricoltura Giancarlo Cassini ha spiegato che il termine del 15 giugno, «peraltro non obbligatorio, era impossibile da rispettare, perché l’Istituto nazionale della fauna selvatica ha risposto il 27 giugno alle nostre richieste di chiarimenti». Il disegno di legge che comprende il calendario venatorio verrà esaminato in commissione l’8 luglio. «Quanto al frosone l’eventuale deroga verrà decisa in conferenza Stato-Regioni per l’intero Paese. Per la tordella i dati dell’Istituto della fauna selvatica non sono sufficienti a prendere una decisione». Orsi e Bruzzone si sono dichiarati totalmente insoddisfatti.