La Lega, i finiani e la guerra per Trieste

A Trieste si accentua la «guerriglia» locale fra Lega e finiani. Maurizio Ferrara, capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale si scaglia contro Enrico Sbriglia, assessore alla Sicurezza della giunta di centrodestra, finiano doc. Sbriglia, nato a Vigevano da dna sardo-napoletano, viene bollato come «immigrato». Ferrara si becca dell’«incoerente», perché viene dal mondo democristiano. Secondo il leghista i ruoli di direttore del carcere locale e assessore alla Sicurezza sono incompatibili. Sbriglia ricorda che quando Ferrara gravitava nell’ambiente Dc, «mostrava diverse sensibilità, sui temi della nazione e della giustizia sociale». Il capogruppo leghista contrattacca: «Se vuole mantenere una poltrona chieda la delega ai Servizi sociali viste le continue aperture dei suoi leader nazionali agli stranieri».