La Lega Nord vuol fare diventare l'Elba una zona franca

Il capogruppo toscano del Carroccio: «È una zona depressa e le norme comunitarie lo consentono».

ROMA - «L'isola d'Elba diventi zona franca!». La Lega Nord ha presentato al Consiglio regionale della Toscana una mozione in merito all'istituzione di una zona franca comprendente le isole che compongono l'Arcipelago Toscano.
«L'idea - ha spiegato il capogruppo in Regione Antonio Gambetta Vianna - è quella di impegnare il governatore Enrico Rossi, a impegnarsi presso il ministero dell'Economia» giacché il regolamento comunitario consente di «destinare talune parti del territorio doganale della Comunità a zona franca o autorizzare la creazione di depositi franchì». L'Arcipelago Toscano, ha aggiunto, «riguarda una porzione di territorio particolarmente depresso economicamente e nelle isole che lo compongono si riscontrano dati preoccupanti per quanto riguarda lo sviluppo demografico». Incentivi ed esenzioni innescherebbero un processo virtuoso idoneo a rilanciare l'intero sistema economico dell'area. «Tutto questo è possibile», ha concluso Gambetta Viana.