La Lega perde la sua roccaforte A Nerviano è sfida tra Cdl e Ulivo

Nell’Alto milanese la sinistra ha collezionato una serie di sconfitte. A Robecchetto una poltrona si tinge di rosa

Michele Perla

Nell’ultimo decennio è sempre stata una delle roccheforti delle Carroccio, guidata da un sindaco delle Lega Nord. Adesso invece Nerviano cambia pagina: al ballottaggio, tra due settimane, si sfideranno infatti Enrico Cozzi, rappresentante del centrosinistra, e Sergio Parini, portabandiera della Casa delle libertà, che ha strappato all’ex sindaco leghista Sergio Girotti il duello finale, per solo 58 voti. L’apparentamento fra le loro liste, insieme a quella guidata da Francesco Falco, potrebbe fare risultato: complessivamente infatti il centrodestra conta circa il 60% dei consensi, percentuale in grado di ostacolare la presa di potere della sinistra.
Sinistra che si è riconfermata in un altro comune di medie dimensioni. A Corbetta il vicesindaco Ugo Parini, esponente dei Ds, ha vinto una battaglia durissima contro la sfidante del centrodestra Angela Bucchioni: 49% contro il 41. «Una campagna difficile coronata però da una vittoria forte – ha commentato Parini -, un risultato che ci consente di proseguire nei nostri progetti, primo fra tutti quello della mobilità e dei servizi alla persona». Sinistra vittoriosa anche a Villa Cortese, vicino Legnano dove Giovanni Alberghetti è diventato sindaco con il 52,6% dei voti, contro il 47,3 attribuiti allo sfidante della Casa delle libertà Edmiro Toniolo.
Nei comuni dell’Alto milanese la sinistra non ha invece avuto buon gioco. Infatti è stato tutto un affermarsi di liste civiche d’ispirazione cattolica e di schieramenti del centrodestra. A Robecchetto con Induno il comune si è tinto di rosa con Maria Angela Misci che ha battuto Clemente Braga di larga misura. A Buscate invece Luigi Maria Serati ha sconfitto lo sfidante Fabrizio Ottolini con solo 22 voti di differenza. Pier Luigi Pasi è invece diventato sindaco di Rosate. Vittoria della Casa delle libertà negli altri tre comuni chiamati alle urne: ad Arconate è stato riconfermato sindaco l’europarlamentare Mario Mantovani, che ha doppiato con i voti il suo concorrente; riconferma anche a Turbigo con Laura Mira Bonomi e vittoria del centrodestra a Dairago, dove Pier Angelo Paganini è diventato sindaco sconfiggendo il candidato del centrosinistra Antonio Colombo.