Legambiente promuove il Ponente

Promosse le acque marine di Savona e Imperia: buona la qualità dei campioni prelevati, indice di una discreta qualità delle acque di balneazione. Ma i problemi più grossi restano le foci dei fiumi e il transito delle petroliere con sospetti lavaggi delle stive. Questa la fotografia scattata alle acque marine di Savona e Imperia e presentata ieri mattina a Savona dalla «Goletta Verde» di Legambiente, che ogni estate da vent'anni informa chi vive nelle località di mare e chi ci va in vacanza sulla qualità delle acque di balneazione. Dalle elaborazioni di Goletta Verde sui prelievi effettuati risulta una qualità delle acque di balneazione, sia per Savona sia per Imperia «abbastanza buona». Ma, secondo Zampetti, portavoce di Goletta Verde, i motivi di preoccupazione non mancano. «A Savona - ha spiegato Zampetti - nell'unico punto di prelievo interno al centro abitato, sono state rilevate ingenti quantità di sostanze oleose in superficie e presenza di catrame depositato sul fondo a pochissimi metri dalla riva, il tutto in coincidenza con la presenza di petroliere a largo».