Legami sospetti con gli attentati di Madrid

I marocchini arrestati a Perugia avrebbero avuto delle relazioni con un gruppo di sospetti dell’inchiesta sugli attentati dell’11 marzo 2004 a Madrid. Lo ha scritto ieri il sito on-line del quotidiano spagnolo El Mundo, riferendo affermazioni dell direttore dell’Ucigos, Carlo De Stefano. De Stefano ha spiegato, secondo quanto ha riferito il foglio di Madrid, che uno degli stranieri sospettati, che frequentava abitualmente la moschea di Ponte Felcino, avrebbe abbandonato Perugia con destinazione l’Irak e avrebbe avuto contatti con «numerosi stranieri residenti in altri paesi europei e in Siria». Secondo il direttore dell’Ucigos, ha scritto ancora El Mundo on-line, gli investigatori avrebbero appurato delle relazioni tra questo cittadino sospetto e due marocchini arrestati due anni fa «in quanto membri di una cellula del Gruppo Islamico Combattente Marocchino, sospettato di avere prestato aiuto agli attentatori di Madrid del marzo 2004».