Legano una coppia di anziani e svuotano casa davanti a loro

Notte di terrore per una coppia di pensionati che, poco dopo l’1.30 di lunedì, sono stati aggrediti da tre immigrati dell’est a volto coperto che, sotto la minaccia sembra di un coltello, li hanno costretti ad aprire la cassaforte dell’appartamento e poi li hanno legati con del filo elettrico. È avvenuto in via Benedetto Stay, all’Eur. I tre sono fuggiti con la Fiat Panda della coppia, portando via gioielli e orologi di marca. Solo alle 4 di notte i coniugi sono riusciti a liberarsi e a dare l’allarme. Secondo il racconto dei padroni di casa, i rapinatori avevano un accento dell’est europeo e sono entrati nell’appartamento a piano terra dopo aver divelto la grata di una porta-finestra e hanno sorpreso nel sonno la coppia, lui 72 anni, lei 58. La banda ha cominciato a svuotare le stanze di tutto ciò che trovava, ma i rumori hanno svegliato la coppia che è stata bloccata e legata. Secondo una prima ricostruzione degli agenti della V sezione della squadra mobile di Roma che indagano sul caso, sembra che i rapinatori non fossero armati, avevano i volti coperti e indossavano i guanti per non lasciare impronte. Hanno impiegato circa due ore per ripulire l’appartamento davanti agli occhi dei proprietari, costretti, prima di essere immobilizzati, ad aprire la cassaforte.