Legge Bossi-Fini: arrestati 12 romeni

Dopo un normale controllo dell’insediamento dei nomadi di via Candoli, nel quartiere Magliana, dodici persone di nazionalità romena residenti nel campo sono state fermate ieri dai vigili urbani del XV gruppo. L’accusa mossa nei loro confronti è di inosservanza della legge Bossi-Fini sull’immigrazione. Secondo quanto dichiarato dal comandate dei vigili Stefano Roberto, nel campo sono state individuate anche alcune baracche abusive, che presto saranno demolite, e carcasse di autovetture smontate su cui si dovrà procedere a degli accertamenti per dimostrarne la provenienza più o meno illecita.