Legge il giornale sul marciapiede: travolta e uccisa

Alla Spezia quarantenne muore sul colpo investita dall’auto di un 88enne

Quando si dice destino infame. Quanto è accaduto ieri mattina a una giovane donna della Spezia ha dell’incredibile nella sua tragicità: Cristina Bono, 40 anni, aveva portato la sua auto dal meccanico per un tagliando ed era in attesa di poterla ritirare quando è stata investita sul marciapiede da un’auto coinvolta in un incidente stradale ed è morta sul colpo.
La donna, mamma di due bambini di 9 e 11 anni, bidella nella scuola media «Piaget», si era recata di buon’ora con la sua auto all’officina di fiducia che si trova in una traversa di via del Molo, nella nuova zona industriale del capoluogo spezzino dove hanno trovato nuovo spazio per la loro attività diverse concessionarie ed officine di automobili che operavano nella città.
Dopo aver preso accordi con il meccanico che le aveva confermato che l’intervento sarebbe stato eseguito piuttosto in fretta, la donna era andata a comprare un giornale. La strada non ha panchine, così Cristina, che era tornata nei pressi dell’officina ad aspettare, si è seduta su un muretto a leggere il quotidiano.
Improvvisamente la tragedia. Due auto, una Mercedes e una Punto, quest’ultima condotta da un uomo di 88 anni, si sono scontrate in un frontale al centro della carreggiata, per cause che sono ancora in corso di accertamento: la Punto, dopo l’impatto ha proseguito sbandando e arrivando a schiacciare la donna contro il muro. I due automobilisti non si sono fatti nulla, ma la donna è morta sul colpo per la frattura dell’osso del collo. Inutili sono stati i soccorsi: il medico e i militi del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso della donna, che non ha avuto scampo dall’impatto violentissimo dell’auto che l’ha travolta.
Per alcuni minuti sono stati fatti diversi tentativi di rianimarla, ma alla fine i soccorritori non hanno potuto far altro che arrendersi. L’anziano che guidava la Punto è stato ricoverato in ospdale in stato di choc, ma integro.
La scena che si è presentata poco dopo ai passanti nella traversa di via del Molo era impressionante: Cristina è stata coperta da un lenzuolo verde. Sul posto sono intervenuti presenti anche Vigili del Fuoco ed Urbani, Polizia e Carabinieri.
Ora saranno gli inquirenti a stabilire eventuali responsabilità.