Legge popolare per salvare la pensione

L’Istat se la tengano pure per fare i giochetti di bilancio. I pensionati liguri si guardano in tasca e lanciano la crociata contro le pensioni da fame. E contro quei governi che l’assegno mensile di chi si dovrebbe godere il meritato riposo l’hanno sempre ritoccato (nel migliore dei casi) di quell’aumentino previsto dall’istituto nazionale di statistica. Cioè di quelle cifrettine che secondo gli studi rappresenterebbero gli aumenti reali del costo della vita e che in realtà fotografano tutto tranne che la vera situazione dell’Italia e degli italiani. Per questo l’Anla, l’associazione nazionale lavoratori anziani, lancia una raccolta firme per farsi una legge finalmente equa. Servono 50mila firme per poter presentare una legge di iniziativa popolare e dove, se non in Liguria, poteva essere presentato il progetto. Una regione che conta 480mila pensionati (compresi quelli che godono della reversibilità) è terreno ideale per iniziare la raccolta dei consensi. D’altra parte, sulla Gazzetta ufficiale del 31 dicembre scorso (...)