«Legge sull’aborto violata, si controllino i consultori»

Consultori familiari nuovamente sotto accusa. Gianni Plinio, capogruppo di An in Regione, ha scritto all’assessore alla Salute Claudio Montaldo chiedendo di «verificare se nei consultori liguri si rispetta la legge 194 sull’aborto». «Invece di preoccuparsi di rassicurazione la delegazione genovese 0dell’Aied (Associazione italiana per l’educazione demografica) circa il prossimo trasferimento dei medici obiettori per meglio garantire le interruzioni di gravidanza, Montaldo farebbe bene a verificare i motivi per cui in alcuni consultori, come documentato dalla recente inchiesta del Giornale su quelli genovesi, vengano platealmente disattese le iniziative di sostegno, pur previste dalla 194, volte a rimuovere le cause che porterebbero ad abortire». «Anche chi considera la vita un valore negoziabile - aggiunge Plinio - non può violare una legge dello Stato. Da tempo sosteniamo, in sintonia con il Movimento per la vita, che la legge 194 è disattesa ed è questo uno dei motivi per cui la Liguria ha il record nazionale di aborti».