Leggerezza e profondità nel piombo di Pinchi

Il piombo è l'anima e la materia attorno a cui ruota la personale «Levitas v/s Gravitas» di Andrea Pinchi. L'artista di Foligno approda a Bari, entra nelle sale della storica galleria Ninni Esposito Arte Contemporanea e allestisce una mostra giocata sul contrasto tra leggerezza e profondità, sulla sfida di usare un materiale pesante per realizzare opere di gusto e impatto delicato. Il piombo per sua natura porta giù, àncora a terra non solo fisicamente, ma anche per il tono cupo del suo colore, eppure nelle mani dell'artista diventa un materiale vibrante, capace di far volare con l'immaginazione. Perché Pinchi plasma il piombo con estro, modella le forme, esalta gli spessori, esplora le dimensioni; aggiunge macchie di colori e tocchi di creatività. Da questo lavoro nascono i 19 quadri proposti nella mostra. Rappresentano il nuovo traguardo espressivo dell'autore che, nato da una famiglia di costruttori di organi, ancora una volta utilizza un materiale che conosce da vicino per metterlo al servizio della sua arte. Il piombo fa parte del suo pincbau come lo definisce il critico Maurizio Coccia -, del suo background personale, fatto di scarti o parti provenienti da organi antichi o della propria famiglia, dal quale l'artista attinge, recupera materiali e li usa per progettare nuove opere. Il piombo entra così nel bagaglio espressivo di Pinchi e «Levitas v/s Gravitas», in programma fino al 10 aprile, segna una tappa importante del viaggio nel mondo dell'arte dell'autore. A condurlo fin qui, un cammino che, partito da bambino a Foligno, l'ha visto crescere e muoversi in Italia e all'estero. Dalla partecipazione su invito di Vittorio Sgarbi alla Biennale di Venezia del 2011 all'esposizione al Centro Culturale Zwinglihaus e alla Blackwall Gallery di Basilea a cura di Maurizio Coccia; dall'Affordable Art Fair di Milano nel 2014 al recente Vittoriano di Roma con la doppia personale «Tra materia ed anima, tra memoria e tempo», eccolo ora a Bari. Informazioni: fino al 10 aprile 2016, «Levitas v/s Gravitas», Galleria Ninni Esposito Arte Contemporanea, via San Francesco d'Assisi 26, primo piano, Bari. Orari: 10.30-13.00, 17.30-20.30, lunedì mattina chiuso. www.andreapinchi.comCGSap