Il leghista contrario alle case agli stranieri bacchettato dal giudice

Aveva scritto: «Chi ama Gerenzano non vende e non affitta agli extracomunitari... Altrimenti avremo il paese invaso da stranieri e avremo sempre più paura a uscire di casa». Firmato, Cristiano Borghi. Ma per l’assessore leghista, autore dell’articolo pubblicato nel luglio del 2009 sul bollettino «filodiretto coi cittadini» del Comune, ora è arrivato l’ordine del giudice: quella frase - ancora visibile sul sito di Gerenzano - va rimossa. «L’invito a non affittare agli stranieri - scrive il giudice della prima sezione civile Loretta Lorigo nell’ordinanza - è una istigazione che introduce un fattore distorsivo e discriminatorio nei rapporti giuridici con gli extracomunitari». Il ricorso era stato promosso da due associazioni contro lo stesso assessore alla Pubblica istruzione con delega alla Sicurezza e contro il Comune della provincia di Varese.