Legittimo sospetto, sì al ricorso Dell’Utri

Salta la requisitoria del processo Dell’Utri bis da parte dei pm Nico Gozzo e Antonio Ingroia, perché il tribunale di Palermo dispone la sospensione del procedimento.
La Cassazione ha, infatti, ritenuto ammissibile il ricorso presentato dai difensori del senatore di Forza Italia, gli avvocati Pietro Federico e Giuseppe Di Peri, per legittimo sospetto sostenendo «la non imparzialità del giudice nella sua decisione».
Marcello Dell'Utri è accusato di calunnia nei confronti di noti collaboratori di giustizia e per i suoi legali il dibattimento dev’essere spostato in altra sede giudiziaria, possibilmente al di fuori della Sicilia, perché ci sarebbe «un grave condizionamento ambientale». In attesa che la Cassazione entri nel merito per decidere su questa richiesta, il tribunale ha dunque rinviato al 29 giugno, data in cui si potrebbe già conoscere l'esito dei supremi giudici. In caso contrario, ci sarà un nuovo rinvio.