Lehman Brothers e gli pneumatici della Pirelli

La trattativa dovrebbe essere fatta da Pirelli con la sola Lehman Brothers. La banca
d’affari americana dovrebbe tenere le fila
del consorzio che ha in portafoglio il 39% degli pneumatici Pirelli, e che Marco Tronchetti
Provera ha intenzione
di riportarsi a casa. Lehman tratterà dunque per conto di Intesa-SanPaolo, Leonardo, Capitalia, JpMorgan e Mediobanca che nell’agosto del 2006 acquisirono una quota degli pneumatici per 740 milioni. Due le questioni
sul tappeto. La prima, di tipo tecnico, riguarda i tempi. Difficilmente la vendita potrà avvenire prima del febbraio dell’anno prossimo. Nonostante il cda Pirelli
di domani dovesse destinare una parte dell’incasso Telecom al riacquisto degli pneumatici, i venditori non hanno alcuna convenienza fiscale a cedere la propria partecipazione entro 18 mesi dall’acquisto. La questione fondamentale resta comunque il prezzo: difficilmente Tronchetti sarà disponibile a riconoscere un premio alle banche superiore al 20-25% di quanto pagato un anno fa.