Lele Mora sta male: trasferito in ospedale dalla prigione

L’impresario dei vip Lele Mora, in carcere da oltre tre mesi per bancarotta fraudolenta, è stato colto ieri mattina da un malore nel penitenziario di Opera, vicino a Milano, ed è stato ricoverato all’ospedale San Paolo di Milano. Da quanto si è saputo, le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni. Nei giorni scorsi, il Tribunale del riesame di Milano aveva rigettato la richiesta di arresti domiciliari avanzata dai difensori dell’agente dei vip, Luca Giuliante e Nicola Avanzi, per il pericolo di fuga. I legali poi hanno presentato un’istanza al gip di Milano perché, dopo aver valutato le condizioni di salute di Mora, decidesse se il suo stato di salute fosse compatibile con il carcere. Secondo la difesa, infatti, l’impresario ha perso oltre 20 chili da quando è a Opera e soffre di ipertensione, diabete ed è prostrato psicologicamente. Il gip ha valutato che Mora può restare in carcere. I pm di Milano Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci, sempre su istanza dei difensori, hanno acconsentito che Mora venisse visitato dai suoi medici in carcere. Ieri mattina però è stato colto da un malore ed è stato necessario il ricovero.