Il Lens attacca: «In Champions i club francesi»

La corsa a tirare quanta più acqua possibile al proprio mulino non è solo un vizio italiano. Forse per revanchismo dopo la cocente delusione mondiale, o forse solo per interesse, dalla Francia parte l’attacco al nostro calcio. A guidarlo è il presidente del Lens, Gervais Martel, che ha annunciato che in settimana chiederà all’Uefa di attribuire alle squadre francesi i posti Champions lasciati liberi da Juventus, Fiorentina e Milan dopo le penalizzazioni. «Andrebbero in Champions League la settima, l’ottava e anche la nona del campionato italiano, mentre in Francia la quarta andrebbe solo in Uefa - ha chiarito Martel -. Inoltre, con lo scandalo, l’indice europeo dell’Italia dovrebbe abbassarsi». La Uefa, infatti, assicura alle prime quattro della serie A l’accesso alla Champions, mentre in Francia solo le prime tre possono disputare la massima competizione. Caso strano, quarto in Ligue 1 si è classificato lo scorso anno proprio il Lens, giunto dopo Lione, Bordeaux e Lilla. Ma Martel nega un interesse partigiano: «La mia è una domanda che viene dal calcio di Francia nel suo insieme». Un mulino appena più grosso, insomma.